I segreti per un buon pane fatto in casa

Blog & News
Chef New Summer Dish

I segreti per un buon pane fatto in casa

La preparazione: metodo diretto e indiretto
Esistono due tipi di preparazioni principali:


• il metodo diretto (che è il più veloce) e consiste nell’impastare tutti gli ingredienti in un’unica fase
• Il metodo indiretto, che prevede due fasi, quella della biga (o lievitino) durante la quale si fa un piccolo preimpasto, per poi procedere ad fase successiva con il resto degli altri ingredienti. Questa tecnica prevede tempistiche più lunghe rispetto alla precedente, garantendo un profumo e una maggiore fragranza, un’alveolatura più accentuata e maggiore digeribilità

Il pane e i suoi ingredienti: la farina


Il pane più antico e semplice parte proprio da acqua e farina: per l’acqua si consiglia sempre di usare quella minerale naturale, che garantisce una lievitazione più efficace. Il mondo delle farine invece è molto più vario, pur rimanendo nella famiglia del grano tenero (anche se si possono fare pani di semola di grano duro, di farro, di segale o con tagli di farina come quella di mais. Non ci sono davvero limiti alle varianti e possibilità).
Oggi gli strumenti che ci aiutano a preparare il pane in casa sono davvero tanti, a partire dalle impastatrici, che con il loro movimento planetario ci permettono di attivare il glutine ed ottenere un pane ben sviluppato evitandoci un laborioso e pesante lavoro manuale.


Se usiamo una pasta madre o licoli, un modo per conservarla correttamente in casa è usare dei vasi ermetici.
I nostri consigli salvavita per il pane fatto in casa


• Veniamo ai nostri piccoli consigli per preparare un buon pane: se usi del lievito di birra, in estate privilegia quello essiccato, così da essere sicuro che sia sempre attivo
• Impiega sempre dell’acqua minerale al posto di quella del rubinetto, più leggera ed equilibrata anche per i lieviti e i relativi rinfreschi
• Setaccia sempre la farina con uno spargifarina, consente di aerarla e questo migliora la lievitazione
• Per conservare il pane, riponilo sempre in un’apposita cassetta, per preservarne l’umidità e proteggerlo dall’aria.
• Se poi desideri cimentarti in qualcosa di più particolare, prova a fare delle rosette o dei panini al latte in casa con appositi stampi: il pane perfetto per ogni salume, anche se il primo che viene in mente è sempre la mortadella
• Se invece vuoi dare una bella forma a treccia al tuo pane per la colazione della Domenica, sperimenta con stampi più particolari. Con un solo gesto è semplicissimo dare la forma al pane classico o al panbrioches
• Preriscalda sempre bene il forno alla giusta temperatura così da garantire una corretta ed uniforme cottura
• Prova ad usare anche una pietra per la cottura del pane, come la refrattaria. Raggiunge temperature elevate che aiutano e favoriscono una buona cottura
• Sempre in fase di cottura, è spesso importante mantenere una certa umidità: per questo sono perfetti i forni a vapore. Ma se non ne hai uno, puoi ricorrere ad un trucchetto: disporre sulla base (prima del riscaldamento e per tutta la cottura) una tazza di acqua
• E’ molto utile avere sempre in casa una lametta per praticare dei tagli sul pane, così che possano uscire meglio i gas in eccesso che si sviluppano durante la cottura

A questo punto non ci resta che augurarti una buona cottura! In fondo è sempre la stagione giusta per un buon pane.